Il senso e la quiete 

Correva l'anno....,
io ragazzino e lui già signore indiscusso del colle. 
Ero ospite di "zia Franca" a colle dell'Acero.
Ero solo, cercavo risposte di senso e mi sedetti con le spalle poggiate       al tronco.
Piangevo. Mi regalò ombra e quiete. 
Oggi dopo 35 anni, sono tornato. Viandante agée, non più ospite di "zia Franca", solo. Continuo a cercare delle risposte di senso.
 Mi sono seduto con le spalle poggiate al tronco. 
Continua a regalarmi ombra e quiete

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...