I giorni della merla

Quando cadeva la neve
E il freddo rabbruscava le guance
La strada era un campo di battaglia
Il vento nemico
Una trincea il bar di Angelino.
“Respira col naso, sennò t’ammali”
Così esortava "il ragazzo del ‘99",
Quando la vita sapeva di Natale
Come i tozzetti della nonna.
Erano i giorni della merla.
Tutto bianco, tutto pulito
Sguardi, pensieri, azioni e parole
Tutto bianco tutto pulito
Come il fiocco sulle mie guance
Quando cadeva la neve.
neve

2 commenti

  1. Quel ragazzo… Oggi sarebbe orgoglioso! Ricordo Ancora il profumo degli sciusci pastella e uvetta fritti, che ricordano il natale, i natali della nostra fanciullezza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...